Zamunaro’s Blog


2012 in review
gennaio 6, 2013, 9:41 pm
Filed under: Curiosità

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2012 per questo blog.

Ecco un estratto:

600 people reached the top of Mt. Everest in 2012. This blog got about 9.000 views in 2012. If every person who reached the top of Mt. Everest viewed this blog, it would have taken 15 years to get that many views.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Annunci


Steve Jobs
ottobre 7, 2011, 4:45 pm
Filed under: Curiosità

“L’unico modo di fare un ottimo lavoro è amare quello che fai. Se non hai ancora trovato ciò che fa per te, continua a cercare, non fermarti, come capita per le faccende di cuore, saprai di averlo trovato non appena ce l’avrai davanti. E, come le grandi storie d’amore, diventerà sempre meglio col passare degli anni. Quindi continua a cercare finché non lo troverai. Non accontentarti. Sii affamato. Sii folle.” (Steve Jobs)



Cristiano Malgioglio visita la nostra cappelleria
agosto 17, 2011, 4:20 pm
Filed under: Curiosità

Domenica 14 agosto 2011 Cristiano Malgioglio ha visitato la nostra storica cappelleria!



IL FEDORA
ottobre 20, 2010, 4:59 pm
Filed under: Curiosità

E’ il 1891 l’anno di nascita del classico Borsalino in feltro, un modello da donna che deve il suo nome originario – Fedora – al melodramma scritto da Victorien Sardou e interpretato da Sarah Bernhardt. E’ lei che, nei panni della principessa Fedora, indossa un cappello di scena in feltro e…dà origine al mito. Attorno agli anni ’20 iniziano a portarlo anche gli uomini delle classi agiate e la sua fama cresce senza sosta. Borsalino realizza cappelli dal 1857 e, dalla nascita del Fedora in poi,i suoi modelli si sono distinti per la qualità, la varietà di materiali e l’artigianalità, tanto da identificare questa tipologia di cappello con il nome dell’azienda. Ancora oggi un feltro Borsalino richiede circa 7 settimane di lavorazione e più di 50 passaggi.



La paglietta
giugno 26, 2010, 9:05 am
Filed under: Curiosità

La paglietta, chiamata magiostrina in Lombardia è un tipo di cappello di paglia, dalla cupola dritta e piatta, e dalla falda circolare, rigida e corta. Spesso la cupola è circondata da un nastro. Si chiamava anche magiostrina perché la si indossava a partire dal mese di maggio e veniva dismessa tassativamente al tempo della vendemmia ancorché il clima fosse mite.È un copricapo principalmente maschile, che annovera fra i suoi “indossatori” più celebri Maurice Chevalier, Odoardo Spadaro, Nino Taranto e Gabriele D’Annunzio. Dagli anni venti entrò a far parte della moda femminile e fu adottato come parte della uniforme estiva dei collegi femminili britannici. Il suo utilizzo veniva spesso associato allo sport del canottaggio, come parte della divisa, al punto che spesso veniva chiamato anche cappello alla canottiera fra il diciannovesimoed il ventesimo secolo.



Il Panama
giugno 19, 2010, 5:09 pm
Filed under: Curiosità

 

Il Panamá o cappello panamá è un tipo di cappello, intrecciato a mano con fibre di una palma nana la Carludovica palmata.Prodotti in Ecuador nella provincia di Manabí – principalmente nelle città di Montecristi e Jipijapa – e commercializzati nella città di Cuenca, portano il nome della città di Panamá, che è …stata per secoli il principale scalo nel commercio di tali capelli. Era il 1906 quando il presidente americano Theodore Roosvelt si presentò all’naugurazione del canale di Panama con in testa un raffinato Homburg di paglia finissima: foto e cartoline fecero il giro del mondo e quel cappello, nato e prodotto in Ecuador, fu da allora consacrato come “il Panama”.



Cappello Cowboy
aprile 10, 2010, 10:10 am
Filed under: Curiosità

John B. Stetson viene da più fonti accreditato come designer originale del cappello di cowboy, che lui per primo mise in commercio con il nome di Boss of the Plains (in italiano Boss della pianura).

JOHN B. STETSON

JOHN B. STETSON